IHBPC 2013 - 18-19 maggio - Caravaggio - il resoconto

Questi IHBPC2013 cominciano molto male per il team piccante al punto da convincerci che le dicerie sul venerdì 17 abbiamo delle basi consolidate. Ma non stiamo qui a tediarvi con le mille disavventure che ci sono capitate in quel che doveva essere un breve viaggio verso Caravaggio (BG) vi diciamo solo che è finita con noi che abbiamo passato la notte in bianco dopo 3h e 1/2 di viaggio per 130km di strada.
Come se non bastassereo le zero ore di sonno sulle spalle, alcune squadre erano in ritado e quindi noi che avremmo dovuto giocare la 6^ partita del primo round veniamo catapultati direttamente in campo. Ce la vediamo con i Glicine. Io e Smoca non abbiamo mai giocato assieme e dobbiamo conoscerci in abitudini e tipo di gioco ma la nostra idea principale è quella di divertirci e se capita magari segnare qualche goal. Il campo sembra una saponetta, il grip è pari a zero e si perde il conto delle cadute dovute a scivoloni. La partita è abbastanza equilibrata e i tiri in porta sono molti da entrambi i fronti ma le due porte sembrano stregare, tra pali e parate fortuite oltre a quelle di bravura sia della Valeria che della nostra Martina. Il pareggio finale di due a due è sicuramente un risultato veritiero. Il tabellone ci dice che ci tocca vedercela con i Catanesi Bike Bongiorno, team ancora acerbo ma coordinato e determinato. Giocano bene e realizzano buoni schemi mentre io e Smoca sembriamo totalmente assenti. Ci sovrapponiamo troppe volete ed io già accuso la notte in bianco, ho il braccio gommoso e le palpebre che mi bruciano. Finisce 5 a 1 per i Catanesi. Da sud a nord è giunto il momento di giocare con i Torinesi Bloody Bears con il fanese Angie al posto del solito Erik. Noi partiamo bene e difatti ci portiamo sul 2 a 0 dopo non molto. Io sono sempre più provato fisicamente e mi rendo conto di spingere pochissimo sui pedali. I torinesi che forse ci avevano sottovalutato invece cominciano a spingere di più e complice anche qualche smazzata di troppo soprattutto nei confronti di Martina, che non è certo quella che te le viene a rendere, riescono a rimontare ed in estremis ci infilano anche il terzo. Perdiamo quindi 3 a 2 e ne usciamo moralmente abbattuti perchè questa era una partita che stavamo per portarci a casa a pieni punti, peccato.
Prima di affrontare i Romani Polifemo mi faccio il terzo caffè della mattina ma anche con la caffeina sembra non funzionare, tra l'altro la stanchezza rimbomba nel vuoto del mio cranio sotto forma di mal di testa lancinante. In partita mi rendo conto di non essere per niente in forma e punto alla zona difensiva cercando di servire al meglio Smoca che con il tiro c'è e segna due belle reti mentre Martina salva più volte la nostra porta che resta inviolata fino allo scadere dei dieci minuti. Questa volta la vittoria è meritata come la pennica che mi faccio sul prato in attesa della partita successiva.
La squadra di casa, Pilopolo, sembra essere sotto tono quindi bisogna approfittarne. Taglio forse è troppo timoroso del campo scivoloso e si fa anticipare a volte troppo facilmente e per noi è solo un vantaggio positivo, mentre i suoi compagni ci provano spesso con tiri dalla distanza spesso "sporchi" e poco precisi. Finisce anche questa con un pareggio 3 a 3.
L'ultima del nostro girone dobbiamo giocarla con i Loneagle. Squadra molto fisica nonoostane non siano tre "bestioni" ma soprattutto ben organizzati in campo con un gioco di squadra fluido dove ognuno è al sevizio del gioco. Non sbagliano una posizione e hanno un bel gioco di blocchi e ripartenze. Io e Smoca invece lasciamo troppo scoperta la difesa e nonostanete qualche miracolo di Martina in porta i veneti riescono a infilarcene 5 prima dello scadere del tempo regolamentare mentre noi ci fermiamo a 2. E' giunto il momento di rimpiangere la partita con Torino, avessimo difeso meglio sul due a zero ci saremmo qualificati per il bracket a doppia eliminazione della Domenica.
Visti i preamboli del venerdì comunque non ci possiamo lamentare per come sia andata.
Il bracket domenicale è ricco di ottime partite e di grandi sorprese. Il trasferimento nel campo di Fornovo forse ha portato via un po' di visibilità al torneo nazionale ma visti i continui diluvi forse era una scelta da fare fin da subito.
Qualche team, anche tra i più blasonati giocano in formazioni rimaneggiate per problemi vari. Se i Tiger e i rockets per questo risultano sottotono rispetto alla loro formazione originale i BAM con "l'acquisto" del funambolo DOdi sembrano inarrestabili ed inarrivabili infatti prorio nell'inontro Bam vs Tigers sono questi ultimi a soffrirne e finire nel loser bracket con un sonoro 4 a 0 mai visto. La vera rivelazione sono i Loneagle che con il loro gioco fisico ma sempre preciso riescono a eliminare proprio i tiges nel loser ed il loro slot per l'europeo sfuma. Sembra solo un cambio generazionale della "scuola Veneta di bike polo".
Anche i senatori sembrano determinati ad arrivare in finale. Valerio tira come sempre da ogni posizione ed è un vero cecchino, Sapo sempre veloce e con un ottimo controllo di palla, Marco presente e di gran supporto al gioco ma forse a volte pecca di troppa frenesia ed i suoi (comunue pochi) sbagli nascono proprio dal non ragionamento dell'azione. La loro "sfortuna è quella di incontrare sul loro cammino i Bam che li spediscono nel loser. Altra bella partita quella tra i catanesi bike pollo e i milanesi Analfabeta. Peccato che la figura dei polli l'abbiano fatta proprio i milanesi che a 3 secondi dal fischio finale sul 2 a 1 per loro e con pallina incastrata dietro la porta dei catanesi si son fermati per abbracciarsi ma Scimmia riesce a fare il tiro sullo scadere grazie a Pas che ha liberato la palla dalla rete e così si è giocato tutto al golden goal segnato infine proprio dai Polli orginali Catanesi! Peccato per Milano!
Nel loser i loneagle cominciano a crederci e fanno terra bruciata con un filotto tutto da ricordare... (analfabeta, Senatori, bike pollo).
La finale tutta Vicentina vede scontrarsi i giovani loneagle con i Bam. Ma questa volta anche i blocchi ben studiati dei Loneagle non possono nulla contro una biscia come Dodi e la loro stanchezza accumulata nella partite precedenti si vede sui loro volti attraverso le griglie dei caschi! Vincono, quindi, questo campionato Italiano i Bam che con gesto galante e condivisibile si tengono il titolo ma cedono il trofeo ai Loneagle essendo, a differenza loro una formazione 100% Italiana mentre Dodi dei Bam è lo straniero permesso da regolamento come 1/3 del team.
Strameritato anche il premio miglior portiere a Edo (martina dice che si studierà i video e forse parla di uno stage a lonigo...).
Buona l'orgnaizzazione Bergamasca anche se con molti spunti di miglioramento e sopratutto inguardabile la maglietta dell'evento, passi il colore rosa in "onore" al giro ma i due patacconi sono davvero troppo plasticosi e rendono inusabile la maglietta... rimarrà comunque come buon ricordo!
Grazie come sempre a tutti gli orgnaizzatori a tutto il mondo del polo Italiano ed ai miei due compagni di squadra Martina e Davide.

Come sempre le mie foto le caricherò nei prossimi giorni!

Team piccante IHBPC2013

Foto copyright Giorgio Ferri

20-21 Aprile 2013 - Ubi Maior - Roma - il resoconto

Si sa che i Romani, abituati al colosseo e alla fontana di Trevi, le cose o le fanno in grande o non ci si mettono proprio. La Roma che ci piace, quella del bike polo, nel fine settimana appena trascorso ha messo in palio l'ennesima opera d'arte targata Marco Flore. Per potersela aggiudicare hanno pensato bene ad una sfida tra regioni utilizzando un format ancora poco praticato in Italia, il Banch Minor. La differenza sostanziale sta nel fatto che le squadre sono formate da più componenti, in questo caso sei al posto dei classici e standard tre. Le partite ovviamente si giocano comunque sempre tre contro tre ma con tempi più lunghi e i cambi al volo tipo hockey (esce un giocatore entra un gioatore senza fermare il tempo ed il gioco).
Bene, io e lamartinz arriviamo nella capitale venerdì serà un po' provati dal viaggio in macchina. Io sono in squadra con Gio' Perro, David Varga, Fabio Sciambola Muia, Paolo Puccio e Franco Racioppo a rappresentare il Piemonte mentre lamartinz era impegnata con una squadra mista ribattezzata "Avanzi" (lamartinz, Aziz, KMC, Lele, F995*, Pigalle) "assemblata" ad hoc per rimpiazzare delle regioni che purtroppo non hanno potuto partecipare. Si è sentita molto l'assenza di almeno una formazione Lombarda.
Noi partiamo subito in salita giocandoci la prima partita con il Veneto già ribattezzato "la selesao Brasiliana". Non ci lasciano nessuno spazio nemmeno quando in campo per noi ci sono David e Giò che gestiscono decisamente bene il gioco ma hanno difficoltà a concludere in una porta mai lasciata scoperta! La seconda partita è contro la seconda squadra Laziale. In campo noi iniziamo a gestire con più testa e anche io che sono l'unico non di Torino comincio a trovarmi con il loro gioco segnando anche tre bei goal. Finisce 7 a 4 per noi e ci risolleva il morale dopo la brutta sconfitta con il Veneto. Ecco che per la prima volta in un torneo mi trovo a scontrarmi con lamartinz. La sua squadra è consapevole di avere poche chanse in questo torneo ma hanno un ottimo spirito combattivo e si stanno divertendo alla grande. Noi quindi giochiamo più rilassati, David e Giò lasciano più spazio a noi di livello inferiore al loro e si tengono le forze per le squadre più impegnative. La partita finisce 10 a 2 per noi ma la vittoria morale va a lamartinz che segna il suo primo goal in un torneo con un tiro preciso dalla sua area allo scadere del tempo con la folla a bordo campo che le gridava "tira tiraaaa!!!!". Contro la prima squadra del Lazio onestamente ci proviamo ma loro in campo sono ben organizzati e poco possiamo fare contro la giocoleria di Sapo, i passaggi veloci e precsi di Flore e le rasoiate da ogni angolazione di Valerio. Usciamo dal campo con in tasca soli 5 goal contro gli 11 subiti. Con la formazione Siciliana non riusciamo nemmeno a coordinarci. Loro fanno il loro solito gioco: pulito freddo e preciso e noi stiamo solo a guardare commettendo oltretutto moltissimi errori. Per la giornata di sabato abbiamo finito. Mi metto a bordo campo a seguire la squadra di Martina alle prese con Taranto. Impegnandosi molto possono provare a tenergli testa e puntare all'unica partita che potrebbero vincere. Partono decisamente in sordina e si lasciano fregare dai bei tiri della compagine Tarantina. I tarantini spesso sono disordinati nelle azioni quindi basterebbe giocarsela bene con blocchi e chiudergli lo specchio durante i tiri perchè quelli non li sbagliano. Forse ci hanno creduto poco anche quando hanno cominciato a segnare e purtoppo gli "avanzi" perdono 9 a 4.
Si sa che il polista italiano medio partecipa ai tornei solo per la festa del sabato sera. Ogni momento è buono per far bisboccia e le Donne romane (morose, mogli, amanti, amiche ) si sono impegnate alla grande per coccolare gli stanchi polisti a suon di cous cous, pollo, verdure, innumerevoli teglie di lasagne al forno etc etc.
Poi ad un certo punto come nella favola di Cenerentola, passata la mezza notte, per incantesimo sono passato dalla versione polista festoso e baldanzoso alla versione ercolino sempre in piedi, un po' gommoso e le biciclette hanno cominciato a trasformarsi in cavalli bianchi ed ho capito che era giunta l'ora di posizionare in orizzontale ciò che ne rimaneva del mio corpo e della birra che conteneva.
La domenica mattina prima di cominciare le eliminazioni dirette bisognava ultimare l'ultimo round del girone. A noi toccava scontrarci con la Puglia. Sapevamo che avremmo dovuto vincerla per evitare che la classifica generale facesse in modo di farci subito incontrare il Veneto. Forse i residui delle birre serali annebbiavano ancora le nostre menti e in campo eravamo a dir poco lenti e poco concentrati. I pugliesi non sono mai stati troppo pericolosi in attacco, a parte qualche bel tiro dalla distanza, ma noi sicuramente eravamo inconcludenti. Alla fine comunque il risultato lo abbiamo "portato a casa" vincendo per 5 a 2.
La classifica provvisoria ci vede al 4° posto e nell'eliminazione diretta ce la vedremo con Lazio2. Li abbiamo già battuti nel girone del sabato ma ogni partita è a sè stante. Loro se la giocano di sicuro meglio della precedente, qui se perdi sei fuori. A bordo campo gli incitamenti era tutti per loro considerando che giocano "in casa" era anche doveroso! Noi rimaniamo in vantaggio ma loro insistono e sono sempre ad un solo goal dietro di noi. Finisce in vantaggio per noi 7 a 5. Il prossimo incontro è con La Sicilia. Ieri non ci ha lasciato un minimo spazio di gioco ma in questo momento noi siamo carichi per la precedente vittoria. Partiamo a bomba e cerchiamo di non fargli fare il loro gioco, gli rompiammo quegli schemi infallibili per evitare di farli tirare o di arrivare sotto porta. Loro capiscono che non siamo li per rendergli la vita facile e a ogni loro goal noi pareggiamo. Da fuori il pubblico si scalda per quella che sembra per il momento la partita più emozionante del torneo. Sul 4 a 4 David mi guarda e mi dice "si può vincere!" quella frase mi ha galvanizzato ancora di più e so che anche i miei compagni di squadra la pensano allo stesso modo. Con una bella triangolazione la Sicilia ripassa in testa 5 a 4. Ma David non molla e riesce ad insaccare l'ennesimo pareggio. Manca poco meno di un minuto dei 25 da giocare. Da fuori sono tutti curiosi di sapere se il Piemonte riuscirà ad eliminare una delle favorite alla finale. Scade il tempo regolamentare... è golden goal. Siamo visibilmente stanchi e tesi, loro tirano ma noi difendiamo la porta con i denti. Sciambola fa sognare tutti con un ottimo tiro che finisce di pochi millimetri sulla gomma del portire. Poi un attimo di distrazione, David passa a Gio' che proprio in quel momento fa piede, la palla vaga sola a centrocampo. Bravo Federico che ne approfitta e parte solo in contropiede. Io sono in porta e me lo trovo di fronte e freddo come sempre tira una legnata sotto il mio carro che non riesco nemmeno a sfiorare. Sogno finito, la Finale sarà Sicila VS Veneto. Ma prima decidono di far sfidare noi e Lazio1 per assegnare il terzo posto. Sarà la stanchezza della partita con la Sicilia, sarà la nostra totale demoralizzazione, senza contare anche la forza della squadra Laziale ma noi sembriamo totalmente un'altra squadra rispetto a quella scesa in campo con la Sicilia. Perdiamo malamente.
La finale è tosta. I tempi saranno due da 22 minuti l'uno. La sicilia ha dalla sua un gioco chirurgico e veloce mentre il Veneto non molla mai e nessuno dei suoi 6 giocatori può essere considerato "da panchina", ma sono proprio i Veneti che tengono duro per tutto il tempo e si portano a casa il trofeo vincendo 15 a 9.
Le premiazioni non deludono nessuno (premi per tutti) e vengono fatte con ancora un sole tiepido. E' tempo di saluti e di rimettersi in autostrada.
Anche questa avventura Romana si è conclusa e lascerà ricordi indelebili ad ogni partecipante per un'organizzazione ottima in una location dove si respirava aria di ospitalità!
Sono giunto al momento dei saluti. Ovviamente si deve ringraziare tutto lo staff Romano per l'organizzazione di un ottimo torneo. Ringrazio i miei compagni di squadra (David, Giò, Fabio, Paolo e Franco) per avermi concesso di giocare con loro. Martina ringrazia i suoi compagni di squadra (Lele, Aziz, Alessio, Francesco, Simon). Ma il ringraziamento più grande va a Lele e Noemi che ci hanno ospitati a casa loro non facendoci sentire ospiti ma persone di casa!
A prestissimo al prossimo torneo!

Classifica finale

1° - Veneto
2° - Sicilia
3° - Lazio1
4° - Piemonte
5° - Lazio2
5° - Puglia
5° - Avanzi

 

Link a challonge:

Round Robi
Finali eliminazione diretta

Entro domani pubblicherò anche le foto che ho fatto ed i link alle gallerie di tutti quelli che hanno fatto foto durante le due giornate di torneo

Ubi maior roma-i vincitori

16-17 Febbraio 2012 - Torino ripv - il resoconto

Anche l'ormai tradizionale torneo dell'Amore di Torino si è concluso.
Presenti all'appello 18 team dei quali 6 stranieri.
Le qualificazioni del Sabato le abbiamo giocate con l'ormai affiatato Pier del "Fruit team" come terzo ma la Domenica visti i suoi impegni personali ci è venuto in soccorso la "prostituta" del polo Luca "Longa" di Fano, che giocò con noi al torneo del BFF di Milano.
Il parco Dora, la nuova location scelta da Torino Bike polo, è affascinante dallo stile "archeologia industriale" riqualificata in un mega parco polivalente.
Sabato si sono svolti i 3 gironi, noi abbiamo giocato nel secondo e se da una parte abbiamo avuto la compagnia di un sole caldo e accogliente, dall'altra parte le nostre prestazioni sono state decisamente sottotono finendo 16esimi (su 18 squadre).
Fortunatamente la palla è rotonda e a volte gira meglio!
Domenica infatti siamo partiti subito col pedale giusto e un gioco più determinato arriva così la prima bella vittoria (4-1) contro i milanesi "Last minuteam" che però ci catapulta in pista per la gara successiva con i primi della classifica del sabato i "2spritz e 1 bison" (Francia - Ungheria) persa 5-1 combattendo fino alla fine.
La terza partita ci vede sfidare il "Fruit salad" squadra mista composta da un tarantino, un polacco e un francese. La partita è combattuta, ci vede in vantaggio 1-0 fino a 2 minuti dal termine quando prendiamo un goal, ma riusciamo a tenere il risultato fino allo scadere del tempo... si va al golden goal! L'alternarsi dei contropiede è intenso, ma con un'azione ben costruita e con una buona intesa davanti alla porta avversaria Simone segna, ed è il goal della vittoria!!!
Torniamo in campo contro i "Los bigotes hasta las rodillas" squadra di Montpellier che abbiamo incontrato anche nel girone del Sabato, il loro gioco non ci lascia spazi di movimento, sono poche per noi le occasioni di tiro, ma riusciamo a metterli in difficoltà più di una volta durante i loro attacchi, la partita ha un risultato prevedibile (4-0) anche se con non poca soddisfazione riusciamo a non farci fare il 5° goal che avrebbe chiuso la parita prima dello scadere del tempo. Per noi il torneo si conclude qui siamo però soddisfatti della nostra giornata polistica.
La classifica finale vede la prima delle squadre italiane "Milano Analfabeta" al 3° posto, secondi i Ginevrini "Moteur fucker" e prima la squadra ungherese-spagno "ESPI".
Il team piccante chiude il torneo al 9° posto parimerito.
Ottimo come sempre il clima di festa e goliardia che circonda il mondo dell'hardcourt bike polo Italico. Quindi come non ringraziare tutta Torino Bike polo per l'ottimo lavoro svolto, per le torte le risate e per sciambola (da buon torinese sei come la panda... "non ci fosse bisognerebbe inventarlo")
L'ospitalità dei padroni di casa è sempre ad alti livelli qualunque sia la città che organizza il torneo e si capisce dal crescente numero di iscrizioni di squadre straniere ai tornei dello "stivale". La cosa a parer mio è decisamente positiva essendo in media più forti dei team italiani il che costringe ognuno di noi a cercar di aumentare il proprio livello di gioco.
La prossima tappa del team piccante sarà "la mazza d'oro IX" di Vicenza a metà Marzo.

 
il team piccante al RIPV di Torino

07-09 Dicembre 2012 - The Good Fellas - Milano - il resoconto

Era dalla mazza d'oro 6 di Fano 2011 che il team piccante non si presentava ad un torneo in formazione ufficiale. Purtoppo per questioni lavorative, Matteo era impossibilitato ad avere fine settimana liberi da dedicare al polo. Ma questa volta eccoci tutti presenti all'appello Milanese dell'ormai classico torneo al Leoncavallo. Al via presenti 24 team, molti stranieri. E' innegabile, il livello europeo è superiore a quello Italiano anche dei team nostrani più forti quindi gli occhi anche in questo torneo sono proprio puntati sulle squadre straniere. Vederli giocare o addirittura giocarci contro è affascinante e di sicuro insegnamento, ogni volta scopri cose fattibili con mallet pallina e bici che prima pensavi fossero solo movimenti da cartone animato.
La formula del torneo era un classico tre gironi da 8 squadre delle quali le prime 5 classificate si sarebbero aggiudicate uno slot per il girone a doppia eliminazione della domenica. Noi eravamo nel secondo girone, quello denominato "risotto alla milanese". Il "giro di vite" milanese sul rispetto degli orari ha fatto si che noi iniziassimo a giocare con solo un ora di ritardo sul previsto e nel polo è già un buon traguardo. Al primo round ce la vediamo con i Bloody bears. Martina in porta è molto attenta e pronta, io e Matteo partiamo un po' legnosi visto il troppo tempo senza giocare assieme. per me è anche il primo torneo con il nuovo telaio Faggin e sopratutto utilizzando i pedali con gli attacchi.

Il fondo del leoncavallo sembra più scivoloso del solito e rallenta le ripartenze. Proviamo almeno a difendere puntando su qualche distrazione degli avversari per tentare qualche timidio contropiede ma è tutto inutile tiriamo poco ed in difesa Ovi mi porta dove vule lui il 5 a 0 non mente. La seconda ci fa incontrare con i Kill crabs di Longa (giocatore Fanese che ha giocato in squadra con noi al torneo del BFF), la partita è abbastanza equlibrata, loro giocano da meno di noi ma si allenano con Tommy e Jack (crabs ex malaforca) e questo fa la differenza. il loro punto forte è il tiro cosa che continua a mancare a noi ed è proprio con una legnata di Longa che sbloccano il 2 A 2 portandosi in vantaggio per 3 a 2. Risultato poi da loro difeso con i denti fino al fischio finale.

Ora temiamo l'assalto dei torinesi sloppy, dalla partenza si vede che questa volta se ci organizziamo per bene possiamo farcela. Dopo poco più di un minuto Matteo insacca un bel goal in diagonale dalla fascia sinistra che replica quasi fotocopiandolo dopo pochissimo. Siamo in vantaggio per 2 a 0 e ci galvaniziamo quindi cominciamo a pressare. Martina in porta ci salva almeno un paio di volte dall'incursione dei Erik, una volta con una buona uscita in anticipo su un suo contropiede. Loro accorciano le distanze ma io rubo palla a centrocampo e in contropiede mi trovo solo davanti al portiere, tocco appena ed infilo la palla sotto il suo carro e siamo 3 a 1 sembra che ce la si possa fare. Io e Matteo riprendiamo fiato e difendiamo ma per la seconda volta i torinesi accorciano le distanze portandosi sul 3 a 2. Se vogliamo agguantare questi tre punti dobbiamo insistere e bravo Matteo a bloccare Erik mentre io rubo nuovamente la palla e parto in contro piede. Questa volta il mio tiro viene intuito da Sciambola che tocca la palla ma non riesce a fermala ed è il 4 a 2 che ci teniamo stretto fino al fischio finale. Siamo felici e brindiamo con una birretta stra meritata!

il 4° round ci vede alle prese con i nostri "cugini" corsichini del Fruit Team. Qui ce la possiamo giocare ed è la partita che può decretare o la nostra o la loro esclusione dalle fasi finali. Allenandoci tutti i mercoledì con loro ci conosciamo bene e quindi ci mettiamo tutti la giusta grita. La partita è ben giocata da entrambi i lati ma inizialmente siamo noi ad avere la meglio. Siamo 2 a 0 e forse ci siamo rilassati troppo lasciando scoperta Martina in porta che nonostante delle buone parate subisce un goal. 2 a 1 e la situazione non si sblocca fino a quando succede quello che non dovrebbe. Matteo perde palla a causa della caduta della catena nello stesso momento io scontrandomi con Teo faccio "piede", vedo Teo e Pier tornare verso la loro metà campo e Fresco in possesso di palla fermo nella nostra parte di campo quindi penso nel fair play visto il nostro "guasto tecnico", perciò non mi occupo della partita non andando a tappare dirigendomi invece verso Matteo per dargli un aiuto con la bici ma nel frattempo qualcuno da fuori ha gridato "no fair play" e Fresco preso dalla foga tira in porta con martina distratta ed insacca il 2 a 2. Ovviamente Martina si arrabbia, sistemato il guasto alla bici di Matteo ricominciamo a giocare, il pareggio poteva anche starci, ma siamo tutti e tre arrabbiati per aver preso un gol così e Teo... approfitta e tira una delle sue minelle sotto il carro... 3-2 cisarebbe tempo per recuperare, ma non ce la facciamo e finisce con un'amara sconfitta una partita dove il pareggio sarebbe stato il risultato veritiero. (n.d.r. Fresco tu sai già che ti verrà rinfacciato e ricordato ogni mercoledì di allenamento a Corsico per almeno tutto il prossimo anno)

L'ultima patrita dovendola giocare con i Bisons potremmo perderla a tavolino conoscendo la loro netta superiorità ma entriamo in pista e giochiamo una buona partita nonostante il 5 a 0 finale. Non dico che li abbiamo fatti sofrire ma per gli oltre otto minuti di gioco abbiamo fatto del nostro meglio per chiudergli le strade verso la nostra porta.

Questa volta la domenica mattina possiamo dormire. Ovviamente non siamo tra le qualificate per la doppia eliminazione e ci godiamo l'ospitalità della mamma di Martina ed il suo buon spezzatino. Al leoncavallo ci andiamo nel pomeriggio per vederci le fasi finali. Dando uno sguardo al tabellone, i pronostici non vengono smentiti.
Nel winner bracket stanno avanzando inesorabili tutte le squadre straniere mentre anche le più titolate Italiane finiscono man mano nel loser. Analfabeta e Crabs ci provano con denti e chele ma non possono nulla rispettivamente contro Speedy Gang Bang e Bisons. Già dalle semifinali le partite si fanno molto interessanti.
La partita rubik's cube contro i bisons è fisica al punto giusto forse con qualche esagerazione del "solito" Dody che viene rihiamato dall'arbitro ma molto equilibrata. I rubik's sono molto veloci sfruttando i contropiedi di Sapo mentre la porta dei bisons sembra essere inespugnabile per l'utilizzo della "raclette" come sistema di parata. Ma è la precisione di gioco e passaggi proprio degli Ungheresi Bisons che ha la meglio riportandoli nel winner a disputarsi la finale con i Lionesi "2 spritz e 1 Vegano". Arrivando dal loser i bisons devono vincerne due per aggiudicarsi il torneo e con non poca fatica la prima la vincono. Ora ce la dovranno mettere tutta per vincere la bella ma con qualche sfortuna ed un infortunio alla mano di uno di loro devono lasciare il passo ai Lionesi che si aggiudicano per la seconda volta consecutiva un torneo Meneghino.

Come sempre ottima l'organizzazione di Milano Bike polo e sempre stupenda l'accoglienza del leoncavallo con la sua cucina tre spanne sopra molti ristoranti rinomati e a prezzi stra popolari. Unica pecca la temperatura della sala del campo che rendeva più "freddo" tutto il tifo che cercava di mantenere una temperatura ottimale rifugiandosi nella sala mensa o davanti al caminetto nella zona lettura.

Ringrazio i miei compagni di squadra Martina e Matteo per avermi fatto molto divertire in questo torneo nella speranza che Matteo possa partecipare ad altri tornei con noi in futuro. Credo che se giocassimo più tempo assieme e con più costanza potremmo raggiunere buoni risultati. Fortunatamente sembra che a breve riusciremo ad avere un campo nella nostra città dove incontrarci e giocare rendendo tutto più possibile.

 

vincitori the good fellas milano

12-14 Ottobre 2012 - BFF Bike Polo tournament - il resoconto

Il nostro risultato è ben immaginabile ma non posso esimermi dal resoconto di questo bel torneo di "mini" bike polo al quale il team piccante ha partecipato. Come da tradizione abbiamo dovuto fare "campagna acquisti" per avere un terzo giocatore per poter partecipare. E questa è la prima causa di una nostra crescita di livello pari a zero. Non che i giocatori che si sono alternati non siano stati all'altezza, tutt'altro, ma si sa bene che in un gioco di squadra una grossa parte dei risultati è data appunto dall'affiatamento di tutti componenti del team e se ogni volta un terzo della formazione viene cambiata è dura trovarsi negli "schemi" e posizioni in campo. Ha giocato con noi Longa, un ragazzo dell'ottimo "vivaio" Fanese e si capisce subito vedendolo in campo che gioca e si allena con Jack e Tommy!
Per la prima volta da quando partecipiamo ai tornei ci capita di giocare nel girone del pomeriggio. Sulla carta sembra per noi quello più duro essendo noi l'unica squadra al nostro livello ma si sa che giocando contro i più forti si può solo imparare.
La mattina la passiamo quindi a tifare per i nostri cugini del Fruit team e BeeBeeP (pilopolo in versione -Taglio +Smoka).
Come da tradizione polistica gli orari vengono abbondantemente sforati e noi cominciamo a giocare passate le 16. Si parte subito in salita con una Milano Alfa sempre veloce nonostante i campi decisamente piccoli (le colonne interne dell'ex Ansaldo non permettevano sviluppi differenti). Io e Longa è la prima volta che ci vediamo e sopratutto che ci troviamo in pista a giocare assieme e non riusciamo a costruire e concludere una azione. Totale tiri in porta ZERO! Risultato scontato: 5:0. Con le Prugne la situazione non cambia poche azioni e tiri in porta quasi nulli. Risultato 5:1 con goal di Longa. Nella partita con i Rockets siamo ancora troppo poco "affiatati" ma in difesa cominciamo a girare bene facciamo qualche buon blocco e considerando la squadra che abbiamo di fronte è già tanta roba ma nel settore d'attacco ci lasciano arrivare veramente poche volte... altro 5:0. Contro i Bloody Bears siamo ancora troppo confusionari e Ovi ci punisce a ogni contropiede 4:1. Io e Longa con il pasare delle partite cominciamo a conoscerci e non trovarci più sovrapposti nelle stesse posizioni riuscendo in qualche scambio ben fatto ma davanti alla porta continuiamo a soffrire. Con i Tafalt è 4:0. Con i milanesi PiGreco entriamo concentrati e partiamo bene con un goal di vantaggio per noi. La partita risulta equilibrata anche se loro si allenano molto con i Milano Alfa e Milano Beta. Per un bel periodo rimaniamo sul 2 a 2 anche grazie a dei miracoli de lamartinz in porta che anche quando in un momento (forse anche più di uno) io e Longa l'abbiamo lasciata sola perchè in "piede" ha fatto l'imprevedibile. Ad un certo punto mentre andavo a tappare dopo un piede vedo anche Longa fuori e due dei tre milanesi sono a fare gli squali attorno alla porta e mi son detto: "bhè questo è goal sicuro!" ma poi ho sentito la parata secca e la gente fuori applaudire lamartinz ho cercato di tornare al volo ma il rimpallo era di nuovo sulla mazza PiGreca ma anche il secondo tiro viene intercettato dalla ruota di Marti, io e longa ci ripiazziamo in difesa ma parte l'essesimo tiro insistente nello specchi della nostra porta e questa volta è con il mallet che lamartacinesca spazza!!! Ma ad un certo punto il goal che non vorresti mai vedere. Palla che batte sulla mazza di Longa in difesa davanti a lamartinz, si alza di una decina di centimetri giusti giusti per scavalcare la testa del mallet e rotolare lentamente oltre la linea di porta. E' 3:2. Ultima partita del girone ce la "giochiamo" con i Million of dead Cops che non sono altro che i Tiger con Punch in sostituzione di Tobia assente per impegni lavorativi. Sappiamo che non abbiamo nessuna speranza ma contro di loro ci piace sempre giocare perchè sapendo di batterci a mani basse giocano sempre in maniera più pulita in modo da lasciarci anche qualche spazio che ci permette di imparare molto dalle loro "mosse". Cercano anche di farci goal di sponda sfruttando il campo ristretto (soli 10mt) ma almeno questo non glielo concediamo. Cotti a puntino anche per essere stati tutto il giorno chiusi in un capannone ed aver finito più tardi del previsto ci saltiamo il party del BFF e rincasiamo verso le 22.30.
Nel bracket a doppia eliminazione come prima squadra dovremmo farci lo spareggio con i bergamaschi "sorelle materasso" che come noi hanno perso tutte le partite del loro girone. La cosa non può che farci piacere, per il fatto che per una volta non si parte in battuta ai mille all'ora e ce la possiamo giocare ad armi pari. Purtoppo per problemi non si presentano e quindi rifatto il bracket ci ricapitano i Million of dead Cops che ci fanno girare come trottole e ci puniscono come sempre 5:0. Nel loser ci aspettano i polipolo che arrivano belli nervosi dopo la partita contro il Reparto Pista persa al golden goal potremmo giocarcela e decidiamo di fare molta difesa e ripartire solo quando gli spazi ce lo consentono ma questa volta lamartinz in porta fa qualche piede di troppo aiutata da qualche spallata di troppo e si innervosisce prendendo gol che in altre situazioni avrebbe parato 5:2 game over! Il resto sono birre e panini! Nel pomeriggio il torneo ha fatto una pausa per consentirci di assistere alla Red Hock Criterium (velodromo Urbano). Gara emozionantissima ed adrenalinica.
Il torneo non ha riservato troppi colpi di scena portando in finale i mai sconfitti "MalaBananaFuckers" contro i funamboli francesi di Lione "3 spritz SVP" La partita è ricca di azioni da manuale con scambi secchi e precisi. Tra acrobatici pallonetti di un sempre ottimo Sapo e le minelle di "Morgan" forti al punto da rompere pologuard e raggi di Sapo. La prima sfida finisce 5:3 per i francesi ai quali tocca vincerne un altra contro la squadra del triangolo Ginevra-Vicenza-Roma. Lo spettacolo è ancora molto. A bordo campo non c'è più uno spazio per vedere la partita, ci sono anche molti curiosi attirati da questo "strano" sport. Il tifo è alto e ben ditribuito tra le due squadre! 321 polo... emozioni urla il gioco dei francesi mi piace molto, duro e pulito al tempo stesso. Fino al 2 a 2 tengono testa a dei MalaBananaFuckers carichi come non mai ma appena abbassano la guardia Lorenzo non perdona ancher se in certi casi si rivela troppo solista ma la tattica è dalla sua e chiude 5:2! Morgan si merita tutto il telaio 12 messo in palio come miglior giocatore. Feste saluti e pronti a tornare a casa nella speranza di riuscire ad avere molte più occasioni per allenarci e con la ripromessa di andare qualche volta a giocare al Leoncavallo con i milanesi perchè finchè non si gioca con squadre di livello superiore non si potrà mai migliorare!
Una cosa che ho imparato molto da queste due giornate è che il tifo ed il sostegno esterno sono di grande aiuto per la concentrazione ed il morale specie se non è dei soliti amici che già conosci. Un ragzzino che avrà avuto 11/12 anni (forse meno) si è preso a cuore il team piccante. Non chiedetemi perchè abbia puntato sul "cavallo zoppo" ma la cosa ci ha fatto molto piacere. Era bello sentirlo a bordo campo tifare per noi e soffrire quando subivamo in difesa e poi sentici chiedere dopo quanto avremmo giocato la partita successiva per poterci venire a vedere e tifare! Grazie mille ragazzino spero che tu ti sia divertito!

07-08 luglio 2012 - 3bale - Bergamo - il resoconto

Ottimo fine settimana quello dell' I bike it di Bergamo.
Una due giorni a tema biciclete con escursioni, mercatino, grazielliadi e naturalmente un bel torneo di bike polo gestiro e organizzato dai cugini del "Rosolino Pilo".
Noi questa volta eravamo iscritti come frutto piccante, giocando con noi per la terza volta Pier del Fruit team abbiamo voluto rendere omaggio a corsico!
Come da copione ci è toccata la primissima partita del torneo, sabato mattina, appena ci siamo resi conto abbiamo tentato di toglierci i segni del cuscino dalla faccia con caffè e torta, ma non è servito a molto e abbiamo rimediato un sonoro 5-0 contro i Milano Z (Danka, Matteo, Truffa).
Con i Pilo Polo (una delle tre bergamasche) già rivelazione a Catania comincia a vedersi un po' del nostro gioco, ma riusciamo a fare solo due reti, mentre il Pilo concretizza ben 5 gol!
Ci tocca poi la squadra che sulla carta risulta... favorita: sono i Pecombert, squadra italo francese con Flore, Salvo e Martin e infatti con una partita flash durata poco meno di 3 minuti ci propinano 5 reti e via!
Le ultima due partite della giornata sono con le altre due squadre di Bergamo, entrambe alla nostra portata.
Pier con la sua professionalità riporta l'equilibrio nella nostra squadra dopo un'incomprensione nella partita precedente tra me e lamartinz ed entriamo in campo carichi.
In battuta faccio un liscio tremendo che i rosolino sfruttano per fare subito un gol, che però sarà il loro unico gol, facciamo un buon gioco e riusciamo a portare a casa la vittoria per 4-1. Risultato subito festeggiato con l'ennesima birretta fresca!
E' la volta dei "polo Seduto" che hanno battuto i Pilo, quindi potrebbe essere una partita ostica e infatti dopo un nostro vantaggio iniziale si va al pareggio, ma noi ci crediamo e facciamo un altro gol... vinciamo 4-3 con un bel gioco e la soddisfazione di aver conquistato il nostro personalissimo record: 2 partite vinte nel girone!!!
Le partite del girone del pomeriggio ce le perdiamo quasi tutte perchè io e Pier stufi di non vincere mai a Bike polo ci proviamo anche con le grazielliadi e se non fosse stato per la graziella che abbiamo usato per parteciparvi (piccolissima con ruote da 16") ed il costume studiato e realizzato all'ultimo minuto non avremmo vinto nulla nemmeno li ma che divertimento assoluto!!!
Finito anche il girone del pomeriggio ci si abbandona alle costine e salamelle per i carnivori e cous cous e formaggio per i vegetariani il tutto abbondantemente bagnato da birra ghiacciata!
La domenica si devono recuperare tutte le partite delle due squadre (rode e TAM) che non hanno potuto essere presenti durante i rispettivi gironi. Anche questa volta ci tocca giocare per primi nel nostro girone ma i Rode sono nettamente superiori per velocità e gestione campo e sono belli incazzati per il guasto al cambio della macchina al casello di Bergamo.
Riusciamo non sappiamo come a resistere quasi 8 minuti prima del sonoro 5 a 0.
Fatta la classifica generale ci capita come prima squadra da affrontare un reparto pista che nel girone ha fatto vedere di cosa è capace. Cerchiamo di giocarcela, difendiamo bene, lamartinz fa dei miracoli in porta facendo "innervosire" Gio' che ci prova in mille modi ma la palla non ne vuole sapere di oltrepassare l'ostacolo martinz che si prodiga anche in un uscita miracolosa salvandoci dal 5 goal finendo così 4 a 1 per i torinesi!
Siamo nel loser e con noi finiscono i rosolino. Li abbiamo già affronati e battuti nel girone ma nel bike polo è sempre un terno al lotto. Loro attaccano subito per rifarsi della prima sconfitta ma dopo uno sbando iniziale anche io e Pier iniziamo ad intenderci e riusciamo a batterli nuovamente con risultato di 4 a 2.
La sorte è beffarda e nel turno successivo incontriamo nuovamente i Rode. Sappimo che sarà durissima ma entriamo carichi e facciamo il nostro gioco. Rispetto alla precedente partita contro di loro riusciamo a gestire qualche bella azione e con un bel contropiede e porta incautamente sguarnita Pier insacca il goal dell'incredibile uno a zero per noi. Ma non c'è storia loro sono ovunque ed intercettano quasi ogni nostro passaggio e ci rifilano subito un paio di goal con dei tiri a mezza altezza imprendibili. Creiamo una bella azione e Pier mi fornisce un assist memorabile filtrante in diagonale che io riesco a stoppare ed infilare sotto il carro del portiere è un applauso unico inaspettato ma non basta per vincere la partita i rode spingono sui pedali e noi cerchiamo di resistere e difendere. Finisce 4 a 2 con nostra piena soddisfazione e diversi complimenti da parte di tutti! Siamo fuori!
Rivelazione di questo torneo sono stati i Milanesi Pi greco che dopo una non brillante prestazione nel girone (zero punti all'attivo) eliminano dal loser bracket i reparto pista che invece nel gorone hanno fatto vedere un ottimo gioco. In questa partita si è visto un Gio' lento come non mai e Erick demotivato e poco aggressivo sulle palle a differenza del suo solito... peccato.
In finale ci arrivano i pecombert favoriti sulla carta fin dall'inizio ed un Milano Z tosta con un Danka inarrestabile. Finale piena di fermi causa guasti meccanici con addirittura il telaio della bici di Salvo Spezzata in due dopo uno scontro (se non ricordo male con Matteo). I pecombert arrivano dal loser e non gli basta vincere la prima partita per aggiudicarsi il trofeo e così si gioca la seconda ed anche questa volta fermano i Milanesi a due goal segnandone 5 ed il trofeo vola a Lione!!!
Ogni toneo ha una storia a se ma tutti sono legati dalla spettacolare follia dei polisti, ogni volta le amicizie si rinforzano e gli aneddoti si moltiplicano. L'impegno degli organizzatori è sempre alle stelle, la comunità bergamasca (fortunati loro) è numerosa e sono quindi riusciti ad organizzare un ottimo evento. Un doveroso ringraziamento va a Sani e Cristina per aver ospitato il team piccante al completo e per aver fornito "il pasto più importante della giornata" (la colazione) ai miei due compagni di squadra rendendoli forti e scattanti proprio come nelle migliori famiglie del mulino bianco!!!
Grazie a tutti!

per vedere i risultati delle partite:
Girone del mattino
Girone del pomeriggio
Bracket doppia eliminazione

Le foto del torneo le potete vedere cliccando QUI

 07 08 luglio 2012 3bale