07-09 Dicembre 2012 - The Good Fellas - Milano - il resoconto

Era dalla mazza d'oro 6 di Fano 2011 che il team piccante non si presentava ad un torneo in formazione ufficiale. Purtoppo per questioni lavorative, Matteo era impossibilitato ad avere fine settimana liberi da dedicare al polo. Ma questa volta eccoci tutti presenti all'appello Milanese dell'ormai classico torneo al Leoncavallo. Al via presenti 24 team, molti stranieri. E' innegabile, il livello europeo è superiore a quello Italiano anche dei team nostrani più forti quindi gli occhi anche in questo torneo sono proprio puntati sulle squadre straniere. Vederli giocare o addirittura giocarci contro è affascinante e di sicuro insegnamento, ogni volta scopri cose fattibili con mallet pallina e bici che prima pensavi fossero solo movimenti da cartone animato.
La formula del torneo era un classico tre gironi da 8 squadre delle quali le prime 5 classificate si sarebbero aggiudicate uno slot per il girone a doppia eliminazione della domenica. Noi eravamo nel secondo girone, quello denominato "risotto alla milanese". Il "giro di vite" milanese sul rispetto degli orari ha fatto si che noi iniziassimo a giocare con solo un ora di ritardo sul previsto e nel polo è già un buon traguardo. Al primo round ce la vediamo con i Bloody bears. Martina in porta è molto attenta e pronta, io e Matteo partiamo un po' legnosi visto il troppo tempo senza giocare assieme. per me è anche il primo torneo con il nuovo telaio Faggin e sopratutto utilizzando i pedali con gli attacchi.

Il fondo del leoncavallo sembra più scivoloso del solito e rallenta le ripartenze. Proviamo almeno a difendere puntando su qualche distrazione degli avversari per tentare qualche timidio contropiede ma è tutto inutile tiriamo poco ed in difesa Ovi mi porta dove vule lui il 5 a 0 non mente. La seconda ci fa incontrare con i Kill crabs di Longa (giocatore Fanese che ha giocato in squadra con noi al torneo del BFF), la partita è abbastanza equlibrata, loro giocano da meno di noi ma si allenano con Tommy e Jack (crabs ex malaforca) e questo fa la differenza. il loro punto forte è il tiro cosa che continua a mancare a noi ed è proprio con una legnata di Longa che sbloccano il 2 A 2 portandosi in vantaggio per 3 a 2. Risultato poi da loro difeso con i denti fino al fischio finale.

Ora temiamo l'assalto dei torinesi sloppy, dalla partenza si vede che questa volta se ci organizziamo per bene possiamo farcela. Dopo poco più di un minuto Matteo insacca un bel goal in diagonale dalla fascia sinistra che replica quasi fotocopiandolo dopo pochissimo. Siamo in vantaggio per 2 a 0 e ci galvaniziamo quindi cominciamo a pressare. Martina in porta ci salva almeno un paio di volte dall'incursione dei Erik, una volta con una buona uscita in anticipo su un suo contropiede. Loro accorciano le distanze ma io rubo palla a centrocampo e in contropiede mi trovo solo davanti al portiere, tocco appena ed infilo la palla sotto il suo carro e siamo 3 a 1 sembra che ce la si possa fare. Io e Matteo riprendiamo fiato e difendiamo ma per la seconda volta i torinesi accorciano le distanze portandosi sul 3 a 2. Se vogliamo agguantare questi tre punti dobbiamo insistere e bravo Matteo a bloccare Erik mentre io rubo nuovamente la palla e parto in contro piede. Questa volta il mio tiro viene intuito da Sciambola che tocca la palla ma non riesce a fermala ed è il 4 a 2 che ci teniamo stretto fino al fischio finale. Siamo felici e brindiamo con una birretta stra meritata!

il 4° round ci vede alle prese con i nostri "cugini" corsichini del Fruit Team. Qui ce la possiamo giocare ed è la partita che può decretare o la nostra o la loro esclusione dalle fasi finali. Allenandoci tutti i mercoledì con loro ci conosciamo bene e quindi ci mettiamo tutti la giusta grita. La partita è ben giocata da entrambi i lati ma inizialmente siamo noi ad avere la meglio. Siamo 2 a 0 e forse ci siamo rilassati troppo lasciando scoperta Martina in porta che nonostante delle buone parate subisce un goal. 2 a 1 e la situazione non si sblocca fino a quando succede quello che non dovrebbe. Matteo perde palla a causa della caduta della catena nello stesso momento io scontrandomi con Teo faccio "piede", vedo Teo e Pier tornare verso la loro metà campo e Fresco in possesso di palla fermo nella nostra parte di campo quindi penso nel fair play visto il nostro "guasto tecnico", perciò non mi occupo della partita non andando a tappare dirigendomi invece verso Matteo per dargli un aiuto con la bici ma nel frattempo qualcuno da fuori ha gridato "no fair play" e Fresco preso dalla foga tira in porta con martina distratta ed insacca il 2 a 2. Ovviamente Martina si arrabbia, sistemato il guasto alla bici di Matteo ricominciamo a giocare, il pareggio poteva anche starci, ma siamo tutti e tre arrabbiati per aver preso un gol così e Teo... approfitta e tira una delle sue minelle sotto il carro... 3-2 cisarebbe tempo per recuperare, ma non ce la facciamo e finisce con un'amara sconfitta una partita dove il pareggio sarebbe stato il risultato veritiero. (n.d.r. Fresco tu sai già che ti verrà rinfacciato e ricordato ogni mercoledì di allenamento a Corsico per almeno tutto il prossimo anno)

L'ultima patrita dovendola giocare con i Bisons potremmo perderla a tavolino conoscendo la loro netta superiorità ma entriamo in pista e giochiamo una buona partita nonostante il 5 a 0 finale. Non dico che li abbiamo fatti sofrire ma per gli oltre otto minuti di gioco abbiamo fatto del nostro meglio per chiudergli le strade verso la nostra porta.

Questa volta la domenica mattina possiamo dormire. Ovviamente non siamo tra le qualificate per la doppia eliminazione e ci godiamo l'ospitalità della mamma di Martina ed il suo buon spezzatino. Al leoncavallo ci andiamo nel pomeriggio per vederci le fasi finali. Dando uno sguardo al tabellone, i pronostici non vengono smentiti.
Nel winner bracket stanno avanzando inesorabili tutte le squadre straniere mentre anche le più titolate Italiane finiscono man mano nel loser. Analfabeta e Crabs ci provano con denti e chele ma non possono nulla rispettivamente contro Speedy Gang Bang e Bisons. Già dalle semifinali le partite si fanno molto interessanti.
La partita rubik's cube contro i bisons è fisica al punto giusto forse con qualche esagerazione del "solito" Dody che viene rihiamato dall'arbitro ma molto equilibrata. I rubik's sono molto veloci sfruttando i contropiedi di Sapo mentre la porta dei bisons sembra essere inespugnabile per l'utilizzo della "raclette" come sistema di parata. Ma è la precisione di gioco e passaggi proprio degli Ungheresi Bisons che ha la meglio riportandoli nel winner a disputarsi la finale con i Lionesi "2 spritz e 1 Vegano". Arrivando dal loser i bisons devono vincerne due per aggiudicarsi il torneo e con non poca fatica la prima la vincono. Ora ce la dovranno mettere tutta per vincere la bella ma con qualche sfortuna ed un infortunio alla mano di uno di loro devono lasciare il passo ai Lionesi che si aggiudicano per la seconda volta consecutiva un torneo Meneghino.

Come sempre ottima l'organizzazione di Milano Bike polo e sempre stupenda l'accoglienza del leoncavallo con la sua cucina tre spanne sopra molti ristoranti rinomati e a prezzi stra popolari. Unica pecca la temperatura della sala del campo che rendeva più "freddo" tutto il tifo che cercava di mantenere una temperatura ottimale rifugiandosi nella sala mensa o davanti al caminetto nella zona lettura.

Ringrazio i miei compagni di squadra Martina e Matteo per avermi fatto molto divertire in questo torneo nella speranza che Matteo possa partecipare ad altri tornei con noi in futuro. Credo che se giocassimo più tempo assieme e con più costanza potremmo raggiunere buoni risultati. Fortunatamente sembra che a breve riusciremo ad avere un campo nella nostra città dove incontrarci e giocare rendendo tutto più possibile.

 

vincitori the good fellas milano

Comments: