MDO10 - Vicenza - Il resoconto

Di ritorno da Vicenza siamo qui ad asciugarci le ossa dalla pioggia presa e leccarci le ferite dalle batoste subite. Non posso fare un resoconto dell'unica formazione Vercellese (con straniero) in quanto abbiamo giocato su campi diversi e non ho assistito alle loro partite ma posso affermare con piena sincerità che mi sarei aspettato un gioco differente dalla mia squadra. In questo torneo il team piccante si è "sciolto" per permettere a lamartinz di formare una squadra tutta al femminile ed io ho partecipato con i Cugini Fruit Team orfani del super collaudato Pier. Se volessimo proprio trovare una scusante per la nostra bassa prestazione potrei dire che la partenza in netta salita incontrando nelle prime tre partite in ordine: Tigers, Pigreco e Bike polli, squadre contro le quali non si aveva velleità alcuna essendo di tutt'altro livello rispetto al nostro, ci ha subito sconfortati ed il morale sicuramente ne ha risentito. Ma facendo più i conti con la realtà è che non abbiamo fatto squadra ed abbiamo costruito poco nonostante ci conoscessimo da tempo anche se non abbiamo mai partecipato ad altri tornei assieme. Nelle ultime tre partite dove finalmente abbiamo cominciato a fare più gioco e movimento in campo, abbiamo incontrato squadre alla nostra portata ma abbiamo sprecato occasioni, lasciato troppi spazi e se devo dirla tutta abbiamo avuto anche una serie di sfortune. Se noi siamo stati graziati dalla pioggia che ogni sito meteo prevedeva per la giornata le ragazze che invece hanno giocato nel pomeriggio si sono prese un acquazzone di tutto rispetto e nonostanete questo sono riuscite a fare più squadra di noi (è dura ammetterlo ma è giusto dirlo). Lamartinz qualche esperienza di torneo alle spalle lo ha ma non aveva mai giocato con un team tutto femminile, le sue compagne di squadra Gilda e Eleonora erano alle prese con la tensione da primo torneo. Dopo la prima partita erano un po' deluse (ricordo che stiamo parlando dei senatori che per quanto abbiano fatto i signori non potevano non chiuderla 5 a 0) ma abbiamo cercato di motivarle e dargli qualche consiglio. Il diluvio che persisteva non le ha reso di certo il compito facile ma già dalla seconda partita sono entrate in campo con una maggior determinazione dimostrando di avere grinta e voglia di far bene. La partita contro i Bloody pigeons l'hanno gestita con testa e una buona organizzazione in campo e se il risultato fosse stato 1 a 1 al posto del 2 a 0 effettivo nessuno avrebbe potuto recriminare nulla. Dopo ogni partita incameravano i consigli e ne facevano buon uso in quella successiva! Difendevano bene e provavano qualche contropiede aiutandosi con qualche buon blocco. La pioggia era incessante ma come il resto dei team non hanno mai mollato. Macava solo un gollettino per loro per il loro morale e per il pubblico che le ha tifate e sostenute! E all'ultima partita finalmente non uno ma ne sono arrivati ben due! Brave ragazze il polo italico è fiero di voi e speranzoso di vedere nei tornei futuri sempre più team del gentil sesso.
Delle 36 squadre iscritte ne passavano 32 alla doppia eliminazione della domenica e noi Sunrise Defection siamo passati per il rotto della cuffia come trentaduesimi.

Si sa che se vuoi avere la vita leggermente più facile nelle eliminazioni devi giocare bene il girone altrimenti, come è stato per noi, la Domenica te la vedi subito con le squadre della parte alta della classifica. Contro i Bam ce l'abbiamo messa tutta ed abbiamo creato qualcosa in più che nelle partite dei gironi ma è inutile dire che i BAM son sempre i BAM e le speranze di vittoria rasentano lo zero. Stessa cosa vale per i Crabs che ci hanno eliminato con un sonoro 5 a 0.

Per fortuna che quei terroristi dei siti di meteo non hanno "indovinato" le loro previsioni e la giornata scorre quasi tranquilla rispetto ai temporali che ci si aspettava! Il vento la pioggia ed il freddo non sono comunque mancati.

Le partite scorrono veloci sui due nuovi campi dei pomari.
A sorpresa i BAM vengono spediti nel loser da "i santi e il papa(rella)" che stanno facendo un buon torneo con delle ottime partite a parte qualche "ingaggio" di troppo di K, ma il nuovo regolamento è fresco di utilizzo e per gli arbitri è molto dura anche se qualche svista di troppo c'è stata. Forse la troppa leggerezza ed il timore reverenziale del tipo "dai siamo tutti amici" ha creato qualche scintilla ed anche i senatori che solitamente sono puliti e corretti hanno avuto qualche "sporcatura" in più con Sapo che perde le staffe con Bozo (che ultimamente mi piace come gioca e come è cambiato il suo atteggiamento in campo ma ancora non riesce a non scaldarsi e avere qualche reazione che lo porta a passare dalla parte del torto anche quando potrebbe aver ragione.)
Non vorrei attizzare di nuovo la polemica ed il dibattitto ma una buona parte della colpa delle reazioni le imputo anche all'arbitraggio. E' vero che ci si dovrebbe autoregolamentare e che si è una grande famiglia ma il polo in questi anni si è evoluto molto ed ora gli arbitri dovrebbero fare la differenza. E' ora di creare questo team di persone con il "polso" che siano tutte allineate sull'applicazione delle regole e che fermino il gioco quando è necessario, mentre noi giocatori dovremmo cominciare a non vedere le ammonizioni (che siano di 30" o 2 minuti) come un onta ma come parte del gioco sia per falli involontari (la maggior parte) che per quelli più da furbetti!
Ma tornando alle partite, altra squadra che mi convince sempre sono i Rockets sempre veloci e precisi amcor più veloci con l'applicazione della regola "no ingaggi a chi non ha palla" ma forse non sfrutta a pieno la potenza dei loro tiri in porta. Sono proprio i Rockets che mandano i Polli nel loser i quali buttano via una partita negli ultimi minuti dove hanno perso la testa e la concentrazione chiudendosi troppo e lasciando spazi ad una squadra che non perdona!
I pirati navigano a vista in direzione finale facendo razzia di ogni mercantile che incontrano sulla loro rotta! Questa nuova formazione che attraversa l'Italia partendo da Torino per arrivare a Tocco passando da Berghem piace parecchio. Si completano uno con l'altro! Tutti veloci, puliti e con tiri degni di un vero cecchino. Il loser si sta intasando di alte sfere del polo Italico e la tensione si respira. I Tigers che si tengono stretta la MDO da ben due edizioni si vedono costretti a cedere il passo a dei senatori sempre più determinati e ordinati e la finale se la sudano e guadagnano, ma si sa che giocare una finale arrivando dal loser non è impresa facile ma loro entrano in pista con la giusta grinta. I pirati sono più riposati e concentrati e organizzano il gioco a loro favore. La partita inizia male con Salvo che per contrastare un contropiede della saetta Sapo fa un uscita un po' sporca dalla porta e (a parer mio) senza nessuna intenzionalità ed andando sulla palla si scontra con Sapo casandone una brutta caduta. Giusta la decisione di Cicci arbitro di mandarlo fuori 30" assegnando il Goal ai senatori che come ho già detto sono signori e decidono di "sprecare" i trenta secondi senza creare azione offensiva per aspettare il rientro di Salvo e giocarsela ad armi pari! Ma la stanchezza fisica dei Senatori e le stilettate di Salvo precise e fulminee non danno una seconda occasione ai Romani! Ed ecco che la MDO10 si imbarca sulla nave pirata senza una vera destinazione. La prossima dunque si giocherà a Pescara? Bergamo? Torino? Non è dato sapersi ma ovunque sarà.... sarà la solita festa della Famiglia del Bike polo Italiano!
Complimenti a tutti e Grazie Vicenza per l'accoglienza e ospitalità! E grazie per il "molinari spritz" (50/50 aperol e campari!)

2014-03-21 22 MDO10-Vicenza-gruppo

W i Pirati

Comments: