26-27 Maggio 2012 - Polorama Padova - il resoconto

Nel fine settimana appena trascorso si è svolto a Padova il "polorama", primo torneo internazionale di bike polo svolto in Italia. Le premesse per un grande evento c'erano tutte. Noi sfortunatamente e nonostante avessimo inviato la nostra iscrizione dopo soli 18 minuti dall'apertura delle candidature ci siamo ritrovati in W.L. come 61^ squadra ed al torneo erano ammesse fino a 44 squadre. La speranza di giocare era a dir poco nulla perchè voleva dire che ben 17 squadre iscritte avrebbero dovuto rinunciare a partecipare.
Come dicevo il torneo era a livello internazionale e vedendo i nomi dei team iscritti già si intuiva che si sarebbero viste delle ottime partite, quindi abbiamo deciso di andare anche solo come spettatori. Mai ci saremmo aspettati che ci venisse chiesto di sostituire una squadra iscritta e non pervenuta: ci siamo trovati a creare una squadra al volo mezza vercellese e mezza bergamascaraggranellando qui e là bici, mazze, caschi... tutto... non finiremo mai di ringraziare tutti quelli che ci hanno prestato l'attrezzatura permettendoci così di giocare, ovvero (Tamarindo, Valerio, Guglie, Ale e la ragazza di berlino della quale purtoppo non ricordo il nome).
Non mi perdo nel parlare della nostra prestazione in quanto nonostante abbiamo giocato benone per i nostri standard non avevamo nessuna speranza giocando con squadre di 4 livelli superiori al nostro ma l'esperienza fatta è sicuramente impagabile.
Si sono viste partite spettacolari con capovolgimenti di fronte emozionanti, bici che sfidavano leggi di gravità ed "evoluzioni" con il mallet e la pallina che nemmeno immaginavo si potessero fare, praticamente ho visto cose che voi umani non potreste nemmeno immaginare! Anche le squadre Italiane ben titolate hanno avuto il loro bel da fare non riuscendo a piazzarsi al di sopra del settimo posto.
Se al campionato nazionale avevano stupito questa volta i Seagulls hanno dato conferma che giocare con cuore senza dar troppo peso alla prestazione spesso paga. E proprio loro sono quelli che si sono piazzati meglio tra le italiane mandando fuori dal loser bracket niente di meno che gli svizzeri Moteur Fucker.
La finale tra i tedeschi Eddisons e i Francesi Polorico credo, anzi ne son certo, è stata la partita più spettacolare che abbia mai visto da quando ho cominciato a giocare a bike polo! Bella fisica e combattuta fino al golden goal del 5 a 4 per i Polorico.
Ed infine festa saluti e nuovamente in strada verso casa pensando a quanto ci sia da "lavorare" ed allenarsi per ottenere una decima parte di quello che riescono a fare queste squadre!
Nota stra-positiva è stata la lotteria: in palio come primo premio c'era un telaio artigianale Faggin, da polo e su misura!
L'estrazione era legata al numero della spoke card che ognuno ha ricevuto con l'iscrizione (che per noi è già arrivata per un fortuito colpo di C..o!). Io avevo il numero 34... ed indovinate un po' che numero ha estratto il bimbo dal sacchetto? sì sì... avete indovinato!
Concludo facendo i complimenti a tutta la cricca RC + Rode per l'ottima organizzazione ed il clima di festa immancabile in questi eventi polistici!

QUI oppure QUI trovate le mie foto delle due giornate

faggin polo frame

Comments: